domenica 18 febbraio 2018

USURA, UN REATO SPREGEVOLE


Elementi, cause e aggravanti di un delitto che galleggia disinvoltamente dal nord al sud del nostro Paese. Ci si rivolge a un "amico" o all'amico dell'amico, che tanto amico non è, perché invece è pronto ad arricchirsi alle spalle della vittima avviandolo verso la rovina, con prestiti dagli interessi molto elevati, mensili, settimanali se non giornalieri.

 Aldo Maturo
 

 
In termini pratici, parliamo di usura quando una persona presta denaro ad un'altra che è in difficoltà economiche, richiedendo in cambio oltre al capitale anche interessi altissimi.
Chi ricorre a tale tipo di prestito non può procurarselo attraverso una banca (che non presta denaro se sa che il debitore non può garantirne la restituzione) perché già insolvente, perché inaffidabile finanziariamente o più banalmente perché non può attendere i tempi tecnici per un prestito o un mutuo.

venerdì 16 febbraio 2018

TELESE, BAR E DINTORNI


Il Quadrivio di Telese Terme

Aldo Maturo

Il Bar Sport al Quadrivio era il locale pubblico più frequentato di Telese. Credo non abbia mai conosciuto un periodo di crisi e in quei locali hanno trascorso parte della loro vita molti telesini, impegnati in infinite partite a scopa e tressette mentre i più giovani si alternavano in interminabili tornei di bigliardo, dalla Bazzica al 48.

Sempre pieno di fumo, che aleggiava come nebbia azzurrina sotto i lampioni verdi a picco sul bigliardo, il locale alternava il vociare e i commenti più coloriti ad un improvviso religioso silenzio quando c’era un colpo decisivo. 

mercoledì 14 febbraio 2018

RINKEBY, L'INFERNO DELLA SVEZIA


Rinkeby è un sobborgo residenziale di Stoccolma chiamato la “piccola Mogadiscio”. Il 90,7% dei 16.000 abitanti è di origine straniera.  Il tasso di criminalità è altissimo. Nel 2014, le autorità svedesi, dopo una serie di nuovi attacchi, hanno deciso di chiudere l’avamposto di polizia del quartiere e di pianificarne la riapertura nel 2019, ammettendo implicitamente di non essere in grado di presidiare quel territorio, la cui giurisdizione appartiene a bande armati di migranti che scorazzano per le strade. Sono le bande a stabilire chi può entrare e chi no a Rinkeby. E’ incredibile che tutto ciò accada nella Svezia del ventunesimo secolo, una terra idolatrata per i suoi ideali oltremodo avanzati.

 
3 marzo 2017

Non sono giunta in Svezia per seguire i disordini, o a seguito delle dichiarazioni di Trump: in effetti, dovevo essere qui ancora a dicembre, prima che gli scioperi degli aeroporti me lo impedissero.
Sono venuta qui perché mi è stato chiesto. Più volte.
Le donne svedesi mi hanno scritto sulla mail, o via lettera, per mostrarmi come è cambiato il loro paese; padri mi hanno scritto di essere preoccupati per le loro figlie, twittandomi che la Svezia non è affatto il paese che tutti immaginano, e che le ragazze hanno paura ad uscire la sera.

martedì 6 febbraio 2018

ELEZIONI 4 MARZO : GUIDA PRATICA AL VOTO


Una breve guida pratica per arrivare preparati alle urne il prossimo 4 marzo.

 
di Valeria Zeppilli 3 febbraio 2018 
 
Le elezioni indette per il prossimo 4 marzo per la prima volta stabiliranno la nuova composizione di Camera e Senato in forza della nuova legge elettorale, il cd. Rosatellum-bis.

mercoledì 31 gennaio 2018

LA TEORIA DELLE FINESTRE ROTTE


L’incuranza e il degrado lasciano presagire l’assenza di norme e di regole all’interno di un contesto sociale, generando la rottura dei consueti codici di convivenza civile. Quando all’interno di una comunità le cose presentano segni di deterioramento e questo pare non interessare a nessuno, sarà in quel luogo che si andrà a generare la criminalità. La criminalità, quindi, è più alta nelle aree dove l’incuria, la sporcizia, il disordine e l’abuso sono più alti. Lavoriamo per lasciare ai nostri figli un mondo senza “finestre rotte”.


Avete mai sentito parlare della “Teoria delle finestre rotte”?
È una teoria che si collega ad un esperimento fatto nel ‘69 dall’Università di Stanford per studiare il comportamento delle persone e alcuni fenomeni di psicologia sociale.
Praticamente si fece questo: si abbandonarono in strada due auto identiche in luoghi differenti di due città, una nel Bronx (New York), e quindi in una zona povera e malfamata, e l’altra a Palo Alto (S.Francisco), in un quartiere di gente per bene.

sabato 27 gennaio 2018

AUSCHWITZ - 27 GENNAIO


27 gennaio – Giornata della Memoria –

Campo di sterminio di Auschwitz (Polonia) – Tra il 1940 e il 1945 vi sono state uccise oltre un milione di persone – Oggi il sito è Patrimonio dell’Unesco.


martedì 23 gennaio 2018

AFFETTIVITA' IN CARCERE, COLLOQUI VISIVI, PROFILI DI COSTITUZIONALITA'


I colloqui intimi in carcere sono ammessi in moltissimi Stati. In Italia ci sono diverse proposte ad alto livello istituzionale per risolvere il problema.


Aldo Maturo




 E’ possibile conciliare le esigenze di sicurezza degli istituti penitenziari - evitare che si possano introdurre pistole, coltelli, oggetti atti ad offendere, droga, telefonini e tutto quanto è noto agli operatori di polizia penitenziaria - con il diritto all’affettività dei detenuti?
                                                                                                                   
E’ possibile ipotizzare la predisposizione, nelle carceri, di stanze dell’affettività o “camere dell’amore” dove il detenuto possa soggiornare con la sua famiglia o con la sua compagna, per ore, senza il controllo visivo del personale di custodia previsto dall’art.18 dell’ordinamento penitenziario?

mercoledì 17 gennaio 2018

BUSTE DELLA SPESA: LO SAPEVI CHE....


Un po’ di chiarezza sulle borse biodegradabili che, dall'inizio dell'anno, hanno sostituito quelle in plastica ultraleggera.

 
“… (omissi) …La martellante discussione sulle nuove normative riguardo alle buste ultraleggere per frutta e verdura, con il costo addebitato al consumatore, rischia di lasciare spazio a comportamenti scorretti. “…Tanto che importa, è biodegradabile, e l’ho anche pagata”.



L’impressione di aver già pagato una sorta di tributo all’ambiente può incoraggiare atteggiamenti rischiosi: abbandonare per strada, o in un parco, un sacchetto come quelli descritti dalla normativa, non lo farà degradare nell’ambiente, perché è solo la compostabilità all’interno di un impianto di compostaggio industriale a essere assicurata dalla normativa.